LA POLITICA DEVE SAPER REGOLAMENTARE LA FINANZA, E NON IL CONTRARIO

LE PROPOSTE DEL M5S PER PIEGARE LO STRAPOTERE DELLA FINANZA

La politica si è calata le braghe ancora una volta davanti al mondo della finanza. Il Parlamento europeo ha votato un regolamento sulla sicurezza delle transazioni finanziarie che, di fatto, non cambia nulla e non previene crisi sistemiche come quella del 2008-2009, i cui costi poi sono stati pagati da tutti i cittadini. Il Movimento 5 Stelle ha ben chiaro cosa fare: ci vuole una massiccia riforma del sistema bancario che preveda la separazione delle attività creditizie da quelle speculative e una regolamentazione trasparente del mercato finanziario per evitare nuove bolle speculative.

glossarioeconomico-economia-euro-m5s-5stelleeuropa-thumb-660xauto-53977[1]

Ecco le proposte presentate.

STOP AI SOLDI DI CARTA (STRACCIA): Le operazioni di finanziamento tramite titoli sono operazioni che permettono agli operatori finanziari (banche, broker, assicurazioni, fondi pensione, hedge funds) di utilizzare i titoli da loro detenuti per ottenere un finanziamento a breve termine e a basso costo sui mercati, principalmente a fini speculativi. Si tratta di operazioni analoghe ai prestiti bancari, con la differenza che le operazioni di prestito avvengono al di fuori dei canali bancari tradizionali e dei mercati regolamentati, sfuggendo così a ogni tracciabilità e regolamentazione. Questo crea un ‘sistema bancario ombra’ (shadow Banking) che è cresciuto a dismisura e che vale più dell’economia reale.

Il Movimento 5 Stelle propone di introdurre degli haircut minimi obbligatori sui collaterals per tutte queste operazioni. Questo permetterebbe a chi fa l’investimento di avere una sicurezza sul ritorno del capitale investito, ma più in generale ridurrebbe il rischio contagio di queste operazioni finanziarie.

Piccolo glossario economico
che cosa è un COLLATERAL? E’ la garanzia data dagli operatori finanziari per ottenere questi prestiti. Di solito si tratta di titoli di stato o altre attività finanziarie (obbligazioni, azioni ecc.). Questo può essere riutilizzato un numero illimitato di volte, così da creare però una catena potenzialmente infinita di interconnessioni nel sistema finanziario.

che cosa è un HAIRCUT? In cambio dei titoli dati in prestito, l’investitore applica un haircut (scarto di garanzia) per coprire eventuali perdite sui titoli ottenuti come garanzia

STOP ALLE SCATOLE CINESI DEL DEBITO: La seconda proposta è quella di vietare il riuso dei titoli ottenuti come garanzia di un prestito per coprire operazioni multiple. La proibizione di questa prassi rappresenta una misura radicale ma fondamentale, che sarebbe tecnicamente semplice da implementare, se non fosse per l’assenza di volontà politica e le pressioni delle lobby. Eppure in Canada ci sono riusciti e perfino negli Stati Uniti è stato introdotto un tetto del 140% sul riuso dei titoli.

NESSUN PRIVILEGIO ALLE BANCHE: Non devono esistere banche di serie A e banche di serie B. Tutti i soggetti coinvolti in questo tipo di transazioni finanziarie (banche centrali, banca internazionale dei regolamenti e soprattutto le loro controparti, amministrazioni pubbliche) devono sottostare alle stesse regole.

Tutte queste proposte di buon senso sono state bocciate. Le lobby bancarie e finanziarie hanno vinto ancora una volta.

VIDEO. Ascolta e condividi l’intervento in plenaria del portavoce Marco Valli che annunncia il NO del Movimento 5 Stelle a questa riforma che salva solo gli interessi della finanza

(fonte)

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...